GARGANO RAID 79 KM

GARGANO RAID – High Lights
79 KM – 2882 D+
Start /Finish – Mattinata – Gargano
Partenza dal centro storico di Mattinata dal piazzale panoramico di Santa Maria della Luce. Ci si inoltre per il Corso principale del paese per poi deviare in discesa per imboccare una stradina asfaltata che, serpeggiando tra gli ulivi, porta all’attacco dell’antico tratturo su roccia e single track. Si guadagna la cima di Monte Saraceno in breve, passando attraverso la Porta Daunia, ingresso dell’omonima Necropoli di 2500 anni or sono. Il Trail attraverso questo incredibile sito archeologico, un museo all’aria aperta, sospeso tra cielo e mare. Giunti ai ruderi della vecchia Torre Saracena a picco sul mare ci si tuffa in discesa, precipitando letteralmente nell’adriatico. Facile e veloce la prima parte, molto tecnica e ripida la parte centrale, esposto, ma corribile l’ultimo tratto che porta alla punta del promontorio e poi alla Spiaggia di Mattinata, isolata e silenziosa, una delle rare senza accanto nulla, solo gli ulivi. 2 km di spiaggia inizialmente di sabbia poi sassi, impegnativa! Lasciata la spiaggia si risale l’altro versante della baia. Passaggio iniziale su lastricato (accesso Hotel Il Porto con primo punto di ristoro al KM 10) per poi risalire il crinale nella macchia mediterranea fino a località “principe” quota 200 mt slm. Si scende ripidi e veloci per un tratturo che porta al Frantoio di Mattinata, per risalire immediatamente un tratturo inizialmente cementato, poi sterrato e molto ripido che conduce nella zona della antica transumanza, attraverso un fitto bosco di ginepro. Si sbuca a 600 metri di quota in una piana incantata, punteggiata di masserie e mucche podoliche. Una stradina isolata porta in breve al single track tecnico che conduce alla vetta di Monte Sacro dove, in un magico bosco di lecci, si apre una radura e compare un’abbazia benedettina del 1200 (quota 850mt slm) un capolavoro che si attraverso per intero. UNICO!
Usciti dal sito, si devia a sinistra e si scende verso località “Piscine della signora” (Fino a qui tratto in comune con la “lunga”) congiungendosi all’antico sentiero dei pellegrini. Lo si percorre verso est (destra) e inizia un tratto lungo e corribile che sale lentamente fino al maestoso ingresso in FORESTA UMBRA chiamato “Le Strette”. Da qui si corre nel cuore di una foresta millenaria sospesa a 1000 metri di quota, lungo strade bianche ricavate tra alberi d’alto fusto di oltre 30 metri. Il trail viaggia in Foresta per vari chilometri fino ad uscirne in località Vergon del Lupo ad 800 metri slm. Qui si ritorna in campagna tra enormi querce e ulivi secolari. Si scende fino al mare, alla magnifica baia di Vignanotica, tra strade bianche e single track veloci. Si arriva sul sentiero panoramico “Vignanotica-Mergoli” e si ha la fortuna di percorrerlo tutto, a picco sul mare con una vista ineguagliabile sulla Baia dei Faraglioni. Superata la Baia si risale per boschi fino ad un crinale panoramico per poi scendere nuovamente fino alla spiaggia di Mattinatella, la si percorre per intero e si risale l’altro versante fino alle Ripe Rosse, dove si scende, tecnici, in mezzo a splendide falesie di roccia, fino ad attraversare l’ultima grande valle, affrontare la rimonta finale per poi scendere decisi fino al centro storico di Mattinata. Arrivo scenografico In Piazza Santa Maria della Luce.
INFO & CONSIGLI
La gara e il Gargano offrono ai runners qualcosa di unico: la possibilità di attraversare tre ambienti, tre ecosistemi completamente differenti tra loro in un’unica competizione: La costa con le sue spiaggia e scogliere scolpite dal mare, la campagna di ulivi e lecci, la flora e la fauna unica della Foresta Umbra! Offre il passaggio in due siti di importanza internazionale storico/archeologica. L’attraversamento di due spiagge. La partenza e l’arrivo nel centro storico di Mattinata, ma soprattutto nel mezzo del calore della gente del Gargano! Vi aspettiamo! La competizione, vista la lunghezza, il dislivello, l’isolamento, i duri passaggi su sabbia, i tratti tecnici alternati ad altri di grande velocità premette esperienza di lunghe distanze e di montagna, nel contempo regala emozioni uniche e panorami da non poter scordare. Mai!